Cosa vedere a Mumbai

Porta del India o Gate way of India , Mumbai

Cosa vedere a Mumbai, Il Gateway of India, senza dubbio e’ uno dei luoghi turistici più famosi di Mumbai. Seduto con orgoglio sull’Apollo Bunder, si affaccia sul Mar Arabico. È uno dei monumenti che definiscono la città di Mumbai ed è stato costruito nel 1924. La costruzione è stata intrapresa dal famoso architetto George Wittet, per commemorare la visita del re Giorgio V e della regina Mary a Mumbai. L’imponente struttura del monumento è una bellissima confluenza di architettura indiana, araba e occidentale ed è diventata un popolare centro turistico della città. È anche il punto di partenza di una serie di servizi di traghetto che collegano le storiche grotte di Elephanta.

La struttura in sé è di basalto giallo e cemento massiccio ed è abbellita anche da numerosi motivi musulmani e indù . L’arco di basalto del Gateway serviva come accesso di entrata e di uscita in India attraverso i corsi d’acqua prima dell’indipendenza ed era il punto di uscita da dove l’ultima nave britannica lasciò l’India per l’Inghilterra. Ci sono anche statue di Swami Vivekananda e Chhatrapati Shivaji che sono state installate vicino al Gateway. La vista dal mare del complesso del Gateway, soprattutto di notte, è piuttosto eterea e bella. Il Gateway of India non è quindi solo un manufatto storico, ma un esempio di meravigliosa architettura in sé.

Cosa vedere a Mumbai - Marine Drive

Marine Drive è il punto di riferimento più facilmente identificabile associato a Mumbai ed è indicativo del glamour e dello scintillio della città. Si tratta essenzialmente di un viale a forma di arco lungo 3,6 km lungo la costa meridionale di Mumbai che inizia all’estremità meridionale di Nariman Point e termina a Girgaum Chowpatty, popolarmente conosciuta come Chowpatty Beach. La costa avvolge il Mar Arabico ed è il posto migliore a Mumbai per ammirare il tramonto o anche solo per fare una piacevole passeggiata in riva al mare in qualsiasi momento del giorno o della notte. Di notte, quando l’intera costa si illumina, giustifica il suo altro soprannome, ovvero la collana della regina.

L’intera curva della costa, protetta da palme, offre una vista spettacolare di notte: puoi andare a entrambe le estremità di Marine Drive dopo il tramonto e vedere le luci che brillano in un arco perfetto lungo tutta la costa. La gente viene a passeggiare qui la sera per ammirare il tramonto brillante. È anche uno dei luoghi che le persone visitano a tarda notte e troverai venditori che vendono chai e sigarette a tutte le ore. Il suono delle onde, la vista sullo skyline di Mumbai e il cielo stellato rendono facilmente Marine Drive uno dei luoghi più romantici della città. Cosa vedere a Mumbai

 

Mercato di Colaba

Uno dei luoghi più eccitanti ed eclettici da visitare a Mumbai è il Colaba Causeway, famoso per essere il paradiso dello shopping. Iconico nel migliore dei casi, chiedi a qualsiasi Mumbaikar e ti diranno che la Causeway è praticamente il cuore di Mumbai. Questa via dello shopping si è rialzata in un attimo. Oltre a splendidi vestiti e accessori, in particolare orecchini, puoi anche trovare ottimi affari su cose di arredamento come paralumi, oggetti curiosi e oggetti d’antiquariato. Se le cose di design sono la tua vocazione, ci sono anche una serie di opzioni per questo. Se hai voglia di mangiare un boccone e una birra, ci sono un certo numero di ristoranti che offrono ottimo cibo e bevande alcoliche a prezzi molto convenienti e Cafe Leopold e Cafe Mondegar sono praticamente i migliori!

Colaba Causeway funge da collegamento terrestre tra Colaba e l’isola della vecchia donna. Questo posto si trova vicino al famoso albergo Taj Mahal, che è un settore commerciale e il cuore della città sin dall’era britannica. Dai venditori ambulanti alle boutique glamour, la strada vende tutto ciò che puoi pensare di acquistare, in qualità e prezzi diversi. Cattura il fascino dei film del vecchio mondo al Regal Cinema. Dietro il Regal Cinema, la Causeway ti conduce al Gateway of India che si affaccia sul Mar Arabico. Qui, il maestoso Taj Mahal Palace Hotel domina lo skyline della città. Colaba Causeway è il cuore di Mumbai ed è la città più vivace che tu abbia mai visto.

Le Grotte di Elefanta

Patrimonio mondiale dell’UNESCO, le grotte di Elephanta sono un esempio di arte e architettura scavate nella roccia dei tempi dell’India medievale. Le grotte si trovano sull’isola di Elephanta o Gharapuri che si trova a una distanza di 11 km dalla città di Mumbai. Nate come Gharapurichi Leni, le grotte di Elephanta che esistono oggi sono rovine di quelle che un tempo erano opere d’arte dipinte in modo elaborato. Fornisce inoltre una splendida vista sullo skyline di Mumbai. È possibile raggiungere le grotte di Elephanta tramite un viaggio in traghetto da Gateway of India. Questa collezione di templi rupestri risale al V-VII secolo e la maggior parte di essi è dedicata a Lord Shiva.

Ci sono due gruppi di alcove nel sito delle grotte di Elephanta, il primo è un grande gruppo di cinque grotte indù e il secondo è un gruppo più piccolo di due grotte buddiste.Le grotte sono un’espressione d’arte e cultura  che sono scolpite una serie di immagini, tra cui “Trimurti” o Shiva con tre teste, “Gangadhar” che è una manifestazione del fiume Gange mentre discende sulla terra e “Ardhnareshwar”, che è una rappresentazione di Shiva e Parvati nello stesso corpo. Oltre ad essere un importante sito del patrimonio, le Grotte di Elephanta sono anche un’improbabile meta di trekking. Cosa vedere a Mumbai

 

cosa-vedere-a-mumbai-1
cosa-vedere-a-mumbai-2
cosa-vedere-a-mumbai-3

Cosa vedere a Mumbai - Shivali Terminus o CST

Chhatrapati Shivaji Terminus, precedentemente noto, Victoria Terminus, è una stazione ferroviaria moderna ma arcaica nella vivace capitale del Maharashtra – Mumbai. La meravigliosa struttura è il perfetto esempio dello stile di architettura gotico-vittoriano in India ed è stata costruita nel 1878. Infatti, la stazione ferroviaria, che funziona ancora come al solito, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997. vivace con i suoni della città metropolitana e della gente del posto. È una capolinea ferroviario di Mumbai, ma ci sono alcuni angoli che ti faranno sentire come se fossi esplorando la storia britannica. Questa stazione o Terminus e’ uno dei monumenti storici popolari che il secondo monumento più fotografato in India.

Chhatrapati Shivaji Terminus fu costruito nel 1887 e attualmente funge da quartier generale delle Ferrovie Centrali. È ben collegato a tutte le parti del paese in quanto funge da stazione per i treni a lunga percorrenza, a breve distanza o pendolari, spesso chiamati treni locali. L’architettura del capolinea è ciò che attira la maggior parte delle persone. La notte illumina la stazione e sembra ancora più carina. È stato qui che sono state girate la famosa canzone “Jai Ho” di Slumdog Millionaire e alcune scene meravigliose per il film di Bollywood Ra One. Cosa vedere a Mumbai

 

Il museo del principe di Wales

Il Prince of Wales Museum è una splendida struttura situata a Mumbai ed è considerato uno degli edifici storici della città. La prima pietra di questo edificio fu posata dal Principe di Galles l’11 novembre 1905 e fu istituito come museo il 10 gennaio 1922. La facciata del museo è uno spettacolo da vedere in sé e si trova nel mezzo di un ampio giardino verde. Adornata con splendide pietre e tralicci, l’architettura del Prince of Wales Museum è una miscela di stili di ingegneria indiana, moghul e britannica. All’interno, il museo conserva quasi 50.000 di alcuni dei più squisiti manufatti relativi alla ricca e diversificata storia dell’India.

Ora noto come “Chhatrapati Shivaji Maharaj Vastu Sangrahalay”, il Museo del Principe di Galles è un edificio storico di grado I della città ed è annoverato tra uno dei musei più importanti dell’India. Il complesso espone una miriade di collezioni di antichi manufatti, opere d’arte e scultori del paese che danno una visione unica del nostro passato. L’edificio ha subito anche un’importante ristrutturazione, dopo di che sono state aperte diverse nuove gallerie che adornano le opere d’arte del dio indù Krishna, tessuti e costumi tradizionali indiani. Questo museo del Principe di Wales è una meravigliosa testimonianza della gloria e ricchezza del passato dell’India.

Cosa vedere a Mumbai - Film city

Distribuita su una vasta area di 520 acri, la Film City è composta da una ventina di studi interni e si trova ad Aarey Colony, Mumbai, Film City è spesso considerata la patria di Bollywood. Il luogo è così vasto che qui possono essere eretti contemporaneamente circa 1000 set cinematografici. Negli anni è stata la location di numerosi film di Bollywood. Qui sono stati girati anche quasi più di 900 film e molti altri programmi televisivi. Oggi, Film City è cresciuto fino a diventare uno dei migliori studi cinematografici, ben attrezzato con tutti i servizi essenziali e strutture di prima classe. Non solo è un ottimo posto per le riprese di film, ma è anche pieno di vegetazione verdeggiante e distese rinfrescanti.

Costruito sulle linee della Film City of California, oggi è considerato sinonimo di Bollywood. Non si può negare l’enigma che il cinema tiene su ognuno di noi, e Film City offre la possibilità di vivere il nostro sogno con i suoi vari tour. Nei locali della Città del Cinema vengono organizzate alcune escursioni rivolte ai diversi aspetti del cinema, aperte a tutti coloro che desiderano viverla. Puoi visitare i set che raffigurano luoghi stranieri proprio qui a Mumbai o imparare le sfumature della recitazione durante i tour di riprese dal vivo. Una terra dove è difficile distinguere tra realtà e sogno, Film City è una tappa obbligata per tutti gli appassionati di cinema.

Le grotte di Kanheri

Situate nel Parco Nazionale Sanjay Gandhi, vicino a Borivali a Mumbai, le grotte di Kanheri a Mumbai sono un gruppo di monumenti scavati nella roccia sotto forma di grotte. Le grotte e i dipinti, essi stessi, illustrano l’influenza buddista sull’arte e la cultura indiana. Sono famose per i loro 109 ingressi speciali e per le loro antiche sculture, incisioni, dipinti e iscrizioni risalenti al I secolo al X secolo che adornano le loro formazioni di basalto. In netto contrasto con la vegetazione verdeggiante delle colline circostanti, le grotte di Kanheri sono accessibili attraverso una serie di gradini scavati nella roccia.

Sebbene le grotte forniscano un’eccellente visione della storia, si può chiaramente vedere che sono state costruite per un lungo periodo di tempo. Le grotte più antiche di Kanheri hanno un design più semplice, mentre le grotte più recenti sono più decorate. Ciò che lega il design di ciascuna di queste grotte è un singolo piedistallo in pietra su cui poggiano, che è comune a tutte. Oltre alle grotte, una sala della congregazione, pilastri finemente intagliati, stupa buddisti e ingegnosi canali d’acqua scolpiti nella pietra sono alcuni degli aspetti eccitanti di cui ammirare e meravigliarsi. Un’altra delle grotte qui è stata trasformata in un monastero e ha un’importanza speciale per la comunità buddista. Cosa vedere a Mumbai

Cosa vedere a Mumbai - Girdini pensili

Hanging Garden o Girdini pensili è un giardino terrazzato situato in cima alla collina di Malabar, proprio accanto al Parco Kamla Nehru. Si affaccia sullo splendido mare ed Signor Ulhas Ghapokar ha costruito nel 1880. Gli splendidi giardini sono dedicati all’avvocato Pherozeshah Mehta e sono anche conosciuti come Giardini Pherozeshah Mehta. Infatti, se visto dall’alto, si può vedere chiaramente la lettera PMG enunciata nei giardini. Questo giardino ha siepi impeccabili a forma di animale e vegetazione lussureggiante insieme a una serena vista a volo d’uccello sul Mar Arabico.

Costruito su un serbatoio d’acqua, il giardino fornisce acqua fresca potabile agli abitanti locali. Il bellissimo orologio floreale situato nel giardino è una parte importante del fascino del giardino pensile. Insieme a questo, il giardino è un luogo adatto per fare jogging e yoga mattutini. Questo giardino è un tranquillo rifugio dal caos quotidiano della città per un po ‘di tranquillità. Cosa vedere a Mumbai

 

Galleria d'arte di Jehangir

La Jehangir Art Gallery si trova a Kalaghoda nel sud di Mumbai ed è uno dei luoghi più prestigiosi per gli artisti per esporre e mostrare il loro lavoro. Questa galleria è stata finanziata da Cowasji Jehangir e ha servito le sue attività artistiche. E’ stata fondata nel 1952. Prende il nome dal defunto figlio di Sir Cowasji Jehangir, la galleria ha ospitato le opere di artisti famosi come M. F. Hussain e S. H. Raza. Un paradiso per gli amanti dell’arte, questa destinazione è ben nota per le sue splendide mostre d’arte. Il prestigio di questo luogo d’arte è tale che gli artisti devono aspettare fino a due anni prima di poter aprire le loro mostre qui.

I locali della Jehangir Art Gallery erano in precedenza un enorme palazzo. Al momento, la galleria è composta da un totale di quattro sale con tutte le strutture possibili per mostrare vari mezzi di arte visiva, vale a dire Exhibition Gallery, Auditorium Hall, Terrace Art Gallery per la fotografia e l’arte visiva e la Hirji Jehangir Gallery. La prestigiosa galleria ospita fino a 300 mostre all’anno. Un fenomeno interessante qui è che gli artisti che non possono arrivare alla galleria, espongono il loro lavoro proprio fuori dalla galleria, sul marciapiede. Cosa vedere a Mumbai

Cosa vedere a Mumbai - Slum di Dharavi

Dharavi a Mumbai è la più grande baraccopoli dell’India, seconda a Orangi Township a Karachi, che è la più grande baraccopoli dell’Asia e successiva alla più grande baraccopoli del mondo in Messico. Con un’area di soli 2,1 km quadrati, Dharavi è un fulcro per diverse attività commerciali e ospita una popolazione enorme da 700.000 a 10.00.000. Tuttavia, non è a causa dell’estrema povertà dello slum che il posto ha ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo.

Le persone a Dharavi lavorano instancabilmente per assicurarsi che la città di Mumbai funzioni efficacemente. Se dovessi rimuovere Dharavi da Mumbai, la città crollerebbe completamente. E perché non dovrebbe? Dharavi ospita vicoli e corsie di unità commerciali come la segregazione dei rifiuti, la tintura di tessuti, la produzione di pelle e molti altri. Per darvi una prospettiva, ci sono circa 15.000 fabbriche monolocali e 7000 industrie, tutte in un’area di poco più di 2 km quadrati. Cosa vedere a Mumbai

 

Il mercati di Mangaldas

Il mercato Mangaldas si trova a Mumbai, nel Maharashtra. È sede di uno dei più grandi e grandi mercati di seta e altri tessuti in India. Questo e’ stato originariamente fondato da mercanti Guajarati, ma da allora è diventato un grande mercato per molti venditori, venditori e intermediari. È popolare per il suo mercato della seta. Circa il tessuto di seta della migliore qualità si trova in questo mercato sulla costa orientale. La parte migliore di questo mercato è che è completamente all’ingrosso in natura.

Oltre alla seta, qui si trovano altri materiali di stoffa come cotone, cotone stampato, khadi, juta, georgette, chiffon, broccato, jacquard, stoffa Phulkari, stoffa Chikankari, stoffa Minakari ecc. Tutti questi sono risultati della qualità più elevata e ai prezzi migliori. Il mercato si trova nella zona privilegiata di Mumbai. Questa posizione del mercato Mangaldas lo rende vicino a CST che è il Chatrapati Shivaji Terminus e diverse stazioni degli autobus. Così il trasporto diventa molto facile e accessibile.

Dhirubhai Ambani, i famosi uomini d’affari hanno vissuto in questa zona fino agli anni ’60. Il mercato è affollato come a quei tempi con commercianti da tutto il paese che sono qui per acquistare tessuti di qualità superiore a prezzi all’ingrosso. Ci sono anche diversi showroom in questo mercato. Tuttavia, il mercato è prevalentemente dominato da venditori ambulanti e negozi locali. Tuttavia, ciò non compromette la qualità del tessuto. È un mercato popolare per molti in tutta Mumbai e in India. Per informazioni come questa, visitare Textile Infomedia. Cosa vedere a Mumbai

Cosa vedere a Mumbai - Mani Bhawan

Mani Bhavan, un edificio a due piani sulla nella località relativamente tranquilla chiamata Gamdevi. Apparteneva a Shri Revashankar Jagjeevan Jhaveri, che in quel periodo era amico e ospite di Gandhi. Fu da Mani Bhavan che Gandhi iniziò il Satyagraha contro il Rowlatt Act e propagò le cause di Swadeshi, Khadi e l’unità indù-musulmana. Nel 1955 l’edificio fu dedicato come memoriale a Gandhiji e alle attività molto importanti di grande significato che iniziò da quel luogo.

Mani Bhavan ha una storia da raccontare poiché ospitava occasionalmente Gandhiji durante i periodi in cui cresceva in statura e forza, da agitatore a figura mondiale introducendo con successo il satyagraha (individuale e di massa) come un’arma nuova ed efficace per combattere tutti male e ingiustizia. Ovviamente è impossibile disegnare il quadro completo o raccontare l’intera storia qui. Questo è un umile tentativo di offrire al lettore alcuni scorci del grande dramma messo in scena in questo piccolo angolo di Mumbai da Gandhiji e dai suoi illustri colleghi.

Gandhi era una persona dinamica e ha continuato ad evolversi. Anche un cambiamento nel suo vestito esteriore indicava un cambiamento interiore. Al suo ritorno dal Sud Africa, ha buttato via lo stile di abbigliamento europeo e ha adottato lo stile indiano. Poi di nuovo il suo turbante originale Kathiawadi fu sostituito da un berretto del Kashmir che a sua volta fu scartato a favore di un berretto bianco popolarmente noto come berretto Gandhi. Il cambiamento alla fine è culminato in un perizoma nudo, un simbolo significativo che rappresenta i contadini indiani e la sua povertà. Forse Mani Bhavan è l’unico posto oltre all’Ashram Sabarmati, dove ha indossato tutti questi abiti nella loro sequenza.

Per maggiori dettagli contattaci @, [email protected], Whatsapp o Call – +918800971196, +96892038772, +919711973836,+393293570939, BELLAINDIATOURS.FR, BELLAINDIATOURS.IT, BELLAINDIATOURS.ES,  BELLAINDIATOURS.COM,

Cosa vedere a Mumbai